Il progetto immigrazione richiedenti asilo

Da gennaio 2016 stiamo lavorando in collegamento con l’associazione Onlus “a-cross” sul progetto di accoglienza , integrazione di un gruppo di migranti provenienti da vari paesi del Corno d’Africa, del nord aAfrica e dell’Asia.

Cerchiamo di fornire loro possibilità di integrazione sociale e culturale attraverso i corsi di italiano, la ricerca di accordi con Enti e Amministrazioni per impiegarli in lavori socialmente utili , stage presso aziende e cercando di fornire loro mezzi di trasporto per potersi recare nei luoghi di attività.

Per approfondimenti: 

https://www.meltingpot.org

Chi è il rifugiato?


Il rifugiato è titolare di protezione internazionale. Si tratta di persona che “(…) temendo a ragione di essere perseguitato per motivi di razza, religione, nazionalità, appartenenza ad un determinato gruppo sociale o per le sue opinioni politiche, si trova fuori del Paese d’origine di cui è cittadino e non può o non vuole, a causa di questo timore, avvalersi della protezione di questo Paese(…)”.
Questa definizione viene enunciata dall’art. 1A della Convenzione di Ginevra del 1951, recepita nell’ordinamento italiano dalla legge n.722 del 1954.

Chi è il titolore di protezione sussidiaria?

La protezione sussidiaria è un’ulteriore forma di protezione internazionale. Chi ne è titolare – pur non possedendo i requisiti per il riconoscimento dello status di rifugiato – viene protetto in quanto, se ritornasse nel Paese di origine, andrebbe incontro al rischio di subire un danno grave. Questa definizione viene enunciata dall’art. 2, lett. g) del Decreto legislativo n. 251/2007.

Chi è il titolare di protezione speciale?

Nel caso in cui la Commissione territoriale, pur non accogliendo la domanda di protezione internazionale, ritenga possano sussistere gli elementi comprovanti  le seguenti condizioni:

– gravi motivi di salute, calamità eccezionali,sfruttamento lavorativo, violenza domestica, protezione sociale e atti di particolare valore civile

La commissione territoriale provvede alla trasmissione degli atti della richiesta di  al questore competente per un eventuale rilascio di un permesso di soggiorno per protezione  speciale della duratta dai sei mesi ad un anno. Non tuttii sono rinnovabili

 

La conoscenza è integrazione.

Prima di illustrare il progetto vogliamo parlarvi dei protagonisti.

Ragazzi, uomini, bambini, donne, giovani che hanno affrontato difficoltà e paure, violenze e ricatti per raggiungere un “Eldorado”.

L'”Eldorado” però si rivela piuttosto diverso dal sogno e le difficoltà, talora tragiche continuano anche dopo il tragico arrivo.

Vogliamo raccontarvi qualcosa di loro e poi dirvi quali sono le piccole cose che stiamo cercando di fare per loro.

PROGETTO LINGUA ITALIANA ( dal 2016 in partenariato con  ONLUS A-CROSS)

la conoscenza e padronanza della lingua, delle leggi e delle usanze del Paese ospitante è fondamentale per poterci vivere, […]

PROGETTI DI INFORMAZIONE SUL TERRITORIO

Abbiamo organizzato momenti di sensibilizzazione e conoscenza per il territorio sul tema delle migrazioni dei popoli. […]

PROGETTI DI FORMAZIONE E INTEGRAZIONE

– progetto ” IL MIO PAESE …..RACCONTA” NELLE SCUOLE PRIMARIE E SECONDARIE DEL TERRITORIO A NARRARE I RACCONTI TRADIZIONALI […]

PROGETTI MOBILITA’

Biciclette e sport […]