La nostra storia

PREMESSA A CURA DI CRESSOTTI DANIELA – Fondatrice dell’Assocazione:

“Quando, nel 1995, venni a conoscenza dell’esistenza di associazioni che organizzavano in Italia un soggiorno per gli sfortunati bambini che abitavano nelle zone contaminate da incidenti nucleari, subito cercai informazioni per aderire all’iniziativa. Come genitore di due bambini non riuscivo a restare indifferente di fronte all’opportunità di dare un aiuto concreto. Rimasi colpita dal fatto che per questi bambini non era necessario inviare denaro o sradicarli dal loro territorio per sempre, ma semplicemente poteva essere utile ospitarli per un periodo di circa un mese, nelle nostre case, al fine permettere il recupero di parte delle difese immunitarie compromesse dal loro ambiente di vita.. Cominciò così una ricerca minuziosa, ed all’inizio infruttuosa, per prendere attivamente parte a tali iniziative, finchè, nel 1996 ,entrai in contatto con Legambiente Volontariato che ,con il gruppo Amici senza Frontiere, avevano per primi cominciato questa iniziativa.

Attraverso Legambiente Volontariato ed il “Gruppo d’ascolto insieme” feci la prima esperienza di ospitalità nel 1997 e cercai di pubblicizzare anche sul territorio Baldo-Garda l’iniziativa. Fu così che incontrai le prime famiglie disponibili all’esperienza. Subito nacquero rapporti di stima ed amicizia ed insieme pensammo di cercare nuove famiglie e dare possibilità a nuovi bambini di poter usufruire di questo meraviglioso ambiente che è la zona Baldo-Garda. Fondammo così l’associazione con l’obiettivo di semplificare la gestione delle problematiche relative all’ospitalità dalla documentazione all’assistenza alle famiglie ed ai bimbi durante il periodo di soggiorno per le famiglie della zona. In particolare scegliemmo di proporre come periodo il mese di agosto sia per la nostra maggior disponibilità di tempo, sia per usufruire del periodo di ferragosto in cui le famiglie ritrovano più facilmente il tempo per condividere l’esperienza.

Nel 1998 ottenemmo il riconoscimento ONLUS e da allora abbiamo organizzato, ogni anno nel mese di agosto e nel 1999 anche a Natale, il soggiorno per più di un centinaio di bambini.

Dal 2004, oltre ad un piccolo cambio del direttivo, i bambini ospiti provengono tutti da una scuola nel villaggio di Cherniagif (provincia di Zithomir- Ucraina), direttamente interessata dall’incidente di Chernobyl dove abbiamo attivare anche un corso di lingua italiana.

L’entusiasmo non ci manca e nuove persone sono arrivate a darci una mano. Siamo una goccia nel bisogno d’aiuto al mondo, ma il mare è fatto di gocce e non si da’ mai niente, a livello umano, senza riceverne almeno un sorriso, ed il sorriso di un bambino per noi conta più di ogni altra soddisfazione.